Tutto ambientato alla Garbatella “I morti siete voi”, il romanzo di Luca Cangianti

Il libro di Luca Cangianti è quello che si definisce un romanzo storico-fantastico. Strutturato su due piani temporali, il 1943 e il 2001, i protagonisti conducono il lettore verso un finale ricco di suspence e colpi di scena, abitato da mostri antropofagi e armi segrete, come il “raggio della morte” ideato da Guglielmo Marconi negli ultimi anni della sua vita. Vittorio è un tenente dei granatieri dell’esercito italiano, dopo il bombardamento di San Lorenzo il 19 luglio 1943 e la caduta di Mussolini e del fascismo nella seduta del Gran Consiglio, incontra alla Garbatella la formazione partigiana del Movimento Comunista d’Italia, conosciuta come Bandiera Rossa. Ne fanno parte il  ratello Pietro, e i suoi amici Cesare, Spartaco, Dante e Gloria una ragazzina di 17 anni. Comincia così, dopo la difesa di Porta San Paolo, la Resistenza di Bandiera Rossa, la formazione partigiana più numerosa della città. Nelle sue fila operano con coraggio giovani borgatari, ragazzi ribelli insieme agli artigiani dei quartieri popolari di San Lorenzo, del Pigneto e Tor Marancia. Bandiera rossa pratica un comunismo libertario e estremista, è fuori dal Cln perché rigidamente anti monarchica e rivoluzionaria. Dopo la Resistenza il Mcd’ Italia prefigura una società socialista mentre il Pci parla di democrazia progressiva e Togliatti predica l’unità nazionale con i vecchi arnesi dello Stato liberale, monarchici compresi. Il Partito Comunista Italiano li definisce sbrigativamente “trotskisti” e partigiani ingenui e improvvisati, li accusa di non osservare le rigide regole della clandestinità. Su questo non hanno torto. Addirittura gli iscritti di Bandiera Rossa ricevono una tessera di appartenenza, cosa del tutto inappropriata in quel frangente storico, ma saranno falcidiati nei primi mesi del 1944 dai delatori e dalle spie che si infiltrano nella sprovveduta formazione comunista.”Ho voluto ambientare questo romanzo alla Garbatella- ci racconta l’autore – perché ci vivo da 32 anni e quando frequentavo la trattoria Pout Pourri a via De Nobili un gruppo di vecchi abitanti mi raccontavano spesso storie d’infanzia ma anche della Resistenza. Così ho pensato fosse intrigante, attraverso la metafora del fantastico, raccontare Bandiera rossa, questa formazione di comunisti un po’ guasconi, molto presenti nelle borgate, ma poco conosciuti dalla storiografia ufficiale”.

La Garbatella è raccontata con precisione nei suoi luoghi simbolici: gli alberghi suburbani, la fontana di Carlotta, la Villetta, il cinema Garbatella, le sue strade principali, le piazzette e le viuzze che si intrecciano tra le case popolari. E’ il quartier generale del gruppo di fuoco, impegnato in furti di armi ai tedeschi e assalti ai commissariati e alle caserme della Polizia dell’Africa Italiana (Pai). Intanto Andrea e Valeria, due studenti universitari vivranno quella giornata di contestazione memorabile del G8 a Genova. Il finale lo lasciamo al lettore. (”I morti siete voi” Edizioni Diarkos 240 pag. euro 16,00).

Luca Cangianti laureato in Filosofia e poi in Sociologia.E’ autore del romanzo storico-fantastico “Sangue a Plusvalore” e coautore della raccolta di saggi “Immaginari alterati”. Scrive sulla webzine letteraria “Carmilla”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail