Chiude la Tana del libro

sulla Circonvallazione Ostiense

Di Riccardo Cervellini

Sono sempre di più le piccole attività costrette a chiudere i battenti a discapito dei cittadini e della qualità della vita del quartiere. È il caso della Tana del Libro, storica libreria della Garbatella situata al civico 243 della Circonvallazione Ostiense, che comunica così sui social la fine di un lungo percorso “Con la morte nel cuore vi annunciamo la chiusura, dopo più di quarant’anni di onorata carriera, della piccola libreria di quartiere La Tana del Libro”. Il negozio nasce nel 1974 ed è diventato negli anni un punto di riferimento per molti abitanti del territorio: “Quest’attività nasce quasi insieme al quartiere- ci confida amareggiata Alessandra, la titolare-, nel posto dove sono oggi c’è sempre stata una libreria. Inizialmente, poco meno di cinquant’anni fa, era una cartolibreria, poi l’ha presa in gestione la precedente proprietaria mantenendola sempre come tale per poi passare alla mia gestione. Stiamo parlando di un esercizio storico, sempre indipendente e soprattutto negli ultimi tempi in stretto contatto con il territorio essendo io, anche se ancora per poco, presidente dell’associazione commercianti.

Abbiamo sempre avuto legami con il Municipio — prosegue —facendo numerosi eventi e riuscendo a rimanere attivi anche nel periodo della pandemia. Purtroppo, negli ultimi anni la situazione delle librerie non è chiaramente delle migliori, forse perché il libro non va più di moda? Non so darmi una risposta precisa. Sicuramente i nostri competitor non sono le grandi catene quanto il commercio online, che ci sta devastando lentamente, ma credo anche tutto il sistema editoriale, in quanto il prezzo del libro non consente più un grande guadagno. Avere una libreria è sempre stato il mio sogno nel cassetto — confessa Alessandra — dunque ho annunciato la chiusura davvero con la morte nel cuore, ma in ogni caso è meglio aver amato e perduto che non aver amato affatto. Comunque — conclude — non ho rimpianti avendo provato a fare veramente di tutto per cercare di rimanere aperti, ma non è stato possibile. Fino al 30 giugno, data di chiusura, applicheremo grandi sconti su tutti i libri rimasti per cercare di svuotare il negozio”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail