Storia del giornale

Otto fogli in formato A4 sono l’inizio di questa storia. Marzo 1996 esce il primo numero di Cara Garbatella. Tutto nasce con l’entusiasmo di giovani ragazzi della Sinistra Giovanile che frequentavano la Villetta della Garbatella, storica sede del Pci locale. Il titolo del giornale rievocava il nome di un famoso film del 1993 di Nanni Moretti: “Caro Diario”, dove il regista descrive le nostre strade e i nostri lotti come i più belli di Roma.
Dal 1996 ad ottobre 2001 viene scritto, impaginato e distribuito, sotto la responsabilità di Gaia Mussi, da una nutritissima redazione fatta di giovani e collaboratori istituzionali che facevano riferimento principalmente all’area dei Democratici di Sinistra, coordinati dall’allora segretario di sezione Andrea Fannini.

Successivamente viene dato l’incarico a Giancarlo Proietti, che resterà alla guida del giornale in qualità di direttore editoriale dal dicembre 2001 fino a dicembre 2017. Nei vari anni il giornale ha vissuto molte fasi, nel dicembre del 2003 la testata si trasforma da giornale di Partito a giornale dell’Associazione Cara Garbatella. Nel 2004 viene registrato presso il tribunale di Roma e nominato direttore responsabile Alessandro Bongarzone, mentre Giancarlo Proietti coadiuvato da numerosi soci continua a curare la linea editoriale, impaginazione, e distribuzione. In questi 15 anni un importante ruolo è stato rivestito dal giornalista Cosmo Barbato, che con la sua professionalità ha contribuito a migliorare lo stile, la grafica e i contenuti. Inoltre i presidenti dell’Associazione che si sono susseguiti in questi anni: Andrea Beccari, Leslie Capone, Ottavio Ono, Francesca Vitalini, Eraldo Saccinto, sono stati importanti per la realizzazione di tale progetto.

Nel 2016-2017 il giornale cartaceo è stato quasi del tutto accantonato e in gran parte sostituito con articoli ed informazioni, che venivano riportati sul sito dell’associazione. Il risultato è stato abbastanza soddisfacente, ma la platea a cui era indirizzato il web è completamente diversa da quella tradizionale che continuava ad amare la versione cartacea.

Sollecitata da questa esigenza, l’associazione Cara Garbatella ha deciso di dare nuove energie e nuovo vigore a questo storica testata locale.

A dicembre 2018 si riparte con una nuova veste grafica, al timone Gianni Rivolta, nuovo direttore responsabile, affiancato da una redazione di giovani e dagli storici associati. Così questa storia continua nelle pagine del mensile e quotidianamente sulla rete nella versione on line.
Lunga vita a Cara Garbatella
Giancarlo Proietti

ARCHIVIO DELLE PUBBLICAZIONI
2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018