Giardini

L’altra faccia di Garbatella

Giardini

di Ottavio ONO

Chi li frequenta li chiama così; dall’alto non sono altro che una lingua di terra e cemento, il confine Nord della Garbatella, dove era in progetto il tram, poi svanito, la trafficatissima e intasatissima autostrada della Garbatella, la circonvallazione Ostiense. …..

L’altra faccia di Garbatella

Giardini

di Ottavio ONO

Chi li frequenta li chiama così; dall’alto non sono altro che una lingua di terra e cemento, il confine Nord della Garbatella, dove era in progetto il tram, poi svanito, la trafficatissima e intasatissima autostrada della Garbatella, la circonvallazione Ostiense.
Al centro tra due file di platani eroici e malconci, si incastonano una serie di piccole aree attrezzate, un arcipelago di altalene, scivoli, spazio liberato dalle automobili puzzolenti e pericolose. Lì si può correre andare in bicicletta,leggere il giornale all’aperto o semplicemente sedersi a chiacchierare. Spazio liberato sì, ma sembra si debba pagare in altro modo questa gratuità, siamo in tempi di economia di mercato, e i costi del mantenimento saranno sicuramente elevati, tanto che si lasciano così, al naturale degrado; erbacce, rifiuti, secchi dell’immondizia stracolmi che traboccano di bottiglie vuote, carte, resti di pranzi e di cene, moderni cimiteri del consumo, e anche in terra la situazione non è diversa: uno spettacolo desolante. Peccato, così sono indecenti. I giardini sono veramente abbandonati a se, costretti a subire lo scarso senso civico di chi abbandona i propri rifiuti senza curarsi troppo degli effetti che questa scelta produce, così un luogo poco curato non induce al rispetto, ma tutt’altro. Mi chiedo se sia possibile, contestualmente con i costi da sostenere,restituire loro la dignità di giardini, pulirli. Immagino una squadra di persone, – ma anche di robot, i costi sarebbero minori niente salario, niente riposo e ne aspettative addetta alla manutenzione di zone che possa prendersi cura delle aree assegnate, come del resto sono abituate a fare le persone che lavorano. L’aspetto trascurato e un pò sciatto riguarda in ogni caso, la Garbatella tutta, sembra un rione poco incline ad essere accudito, sembra almeno da questo punto di vista, orfano di scopa.

 

Copyright tutti i diritti riservati – Cara Garbatella Anno 0 – Luglio 2003

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail