Focolaio di Covid-19 a piazza Pecile

ISOLATO IL PALAZZO EX ASL OCCUPATO DAL 2013 DA UN CENTINAIO DI PERSONE

di Francesca Vitalini

Preoccupazione e nervosismo tra gli abitanti della Garbatella.La notizia del contagio nel palazzo occupato di piazza Pecile è rimbalzata su tutti i quotidiani nazionali e sulle Tv. Ma dalla Regione Lazio giungono parole rassicuranti: “Il cluster di Piazza Pecile è chiuso. All’interno del palazzo occupato -dichiara domenica 14 giugno l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato- sono rimaste 49 persone tutte negative sotto sorveglianza della Asl Roma 2 mentre 52 inquilini, tra positivi e negativi, sono stati trasferiti. I tamponi eseguiti sono in totale 108 e degli ultimi, fatti ieri (sabato n.d.r.) 4 sono risultati positivi”.

Si accende il contagio in un palazzo di Garbatella. Già venerdì 12 giugno la struttura abitativa è stata isolata dalle forze dell’ordine e immediatamente la Asl Roma 2 ha effettuato tamponi a tappeto per i 108 abitanti dello stabile occupato di piazza Attilio Pecile. Sembrerebbero nove in totale i casi risultati positivi secondo l’agenzia Adn Kronos, ma per altri organi di stampa come La Repubblica sarebbero 17. Per ora tutti i contagiati sono stati trasferiti in strutture sanitarie e l’edificio resta ovviamente sotto controllo per la quarantena.
Il Municipio VIII è intervenuto immediatamente: “Stiamo lavorando con la Asl e le Forze dell’Ordine per monitorare gli interventi e assicurare la serenità di tutti. Il Municipio garantirà viveri e beni di prima necessità ai residenti del palazzo”, ha spiegato l’assessora alle Politiche Sociali Alessandra Aluigi. I consiglieri municipali dell’opposizione, Simone Foglio e Andrea Baccarelli (Lega), come rivela l’agenzia Nova hanno richiesto: “L’intervento immediato del sindaco Raggi e del Prefetto di Roma affinché garantiscano la sicurezza nello stabile e nel quartiere. Roma non può avere zone franche come queste, dove albergano illegalità e insicurezza, sociale e sanitaria”.
“A parole strumentali abbiamo preferito agire con tempestività e possiamo dire che il cluster presso lo stabile in piazza Attilio Pecile, una realtà multiculturale e integrata nel territorio, è chiuso. Non ci sono più casi positivi nella struttura, sono stati ricostruiti i contatti stretti ed eseguiti i tamponi a tutti. Ora verrà mantenuta una sorveglianza sullo stabile”, ha commentato l’Aluigi, confortata dalle dichiarazioni dell’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio.
Il Servizio Regionale per l’epidemiologia, sorveglianza e controllo delle malattie infettive, ha aggiornato la mappa romana dei contagi Covid-19 all’8 giugno 2020, prima che scoppiasse il focolaio di piazza Pecile.
I dati parlano di 2.973 casi nella capitale con un tasso di incidenza di più di 10 casi ogni 10mila abitanti. Di questi, 108 casi sono nell’VIII Municipio. A Garbatella sono presenti 47 casi, 28 a Tormarancia, a Navigatori 5 casi, 7 a Valco San Paolo e 15 a Grotta Perfetta.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail