Centinaia di pacchi alimentari distribuiti ogni mese dai volontari in VIII Municipio

Emergency in campo con „Nessuno escluso“

di Valentino Notari

Se escludi uno, escludi tutti. Così recita lo slogan della campagna per il tesseramento 2020 di Emergency, l’organizzazione fondata da Gino Strada nel 1994 per curare le vittime della guerra e della povertà, che da quest’estate ha attivato anche su Roma una rete di volontari per consegnare pacchi contententi beni di prima necessità alle famiglie impoverite dalla crisi economica causata dalla pandemia di COVID-19. Il progetto, chiamato “Nessuno Escluso”, si avvale della collaborazione delle istituzioni e di associazioni partner e a Novembre ha raggiunto la quota di duemila pacchi mensili, di cui trecentosessanta solo nell’Ottavo Municipio.

Ogni settimana i volontari di Emergency preparano le scatole e le riempiono di generi alimentari, prodotti di igiene personale e per la casa, per poi donarli ai nuclei familiari individuati dai servizi sociali. Nel nostro municipio, la consegna viene effettuata da un gruppo di associazioni di cui fanno parte Casetta Rossa, CSOA La Strada, Nessun Dorma, La Villetta, Scuola Libera Tutti e la Brigata Garbatella della Protezione Civile, tutto nel massimo rispetto delle norme di sicurezza per evitare il contagio. I volontari vengono formati da Emergency seguendo i protocolli sviluppati dal Field Operations Department dell’organizzazione, lo stesso che ha curato la gestione dell’ospedale da campo di Bergamo durante il primo lockdown, grazie all’esperienza maturata in Sierra Leone durante l’epidemia di Ebola del 2015.

Il progetto è stato prolungato ufficialmente fino al 31 Gennaio 2021.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail