Operano senza clamore i volontari di Santa Galla

Operano senza clamore i volontari di Santa Galla

Il gruppo assiste i più bisognosi presso l’oratorio della Parrocchia della Circonvallazione Ostiense

di Antonella Di Grazia

Un gruppo di volontariato è operativo ormai da alcuni anni nella Parrocchia diSanta Galla. E’ composto da persone che, senza clamore, si dedicano ad attività in favore di famiglie povere e meno abbienti, degli anziani, dei diversamente abili e delle realtà dell’emarginazione proprie dell’attuale momento sociale.
Il gruppo, al quale mi onoro di appartenere, è presente la sera della seconda domenica di ogni mese, da ormai circa 6 anni, presso la Stazione Ostiense di  Roma: accompagnati dalla guida spirituale, don Concetto, rifocilliamo in media 250 indigenti che, lì presenti, ci attendono per un pasto caldo ed una parola di consolazione. Raccogliamo sottoscrizioni e contributi dai banchi alimentari e, con l’ausilio della Croce Rossa che ci invia solitamente pasta e riso, riusciamo a prenderci cura delle esigenze di cibo per le famiglie povere della Parrocchia. …..

Operano senza clamore i volontari di Santa Galla

Il gruppo assiste i più bisognosi presso l’oratorio della Parrocchia della Circonvallazione Ostiense

di Antonella Di Grazia

Un gruppo di volontariato è operativo ormai da alcuni anni nella Parrocchia diSanta Galla. E’ composto da persone che, senza clamore, si dedicano ad attività in favore di famiglie povere e meno abbienti, degli anziani, dei diversamente abili e delle realtà dell’emarginazione proprie dell’attuale momento sociale.
Il gruppo, al quale mi onoro di appartenere, è presente la sera della seconda domenica di ogni mese, da ormai circa 6 anni, presso la Stazione Ostiense di  Roma: accompagnati dalla guida spirituale, don Concetto, rifocilliamo in media 250 indigenti che, lì presenti, ci attendono per un pasto caldo ed una parola di consolazione. Raccogliamo sottoscrizioni e contributi dai banchi alimentari e, con l’ausilio della Croce Rossa che ci invia solitamente pasta e riso, riusciamo a prenderci cura delle esigenze di cibo per le famiglie povere della Parrocchia.
Abbiamo deciso di operare su questo fronte perché la fame è la prima emergenza in tutte le crisi. L’ondata crescente di problemi economici e sociali, la recessione e i rincari dovuti ad una inflazione galoppante ha comportato, in questi ultimi anni, un aumento significativo delle emergenze alimentari.

L’aiuto immediato, mirato, in alcuni casi, può fare la differenza fra una vita stentata ed una degna. Queste azioni si inseriscono in un quadro più complesso di interventi a sostegno dei bisognosi residenti nel quartiere. Aquesto scopo prepariamo dei pacchi alimentari per poter soddisfare le prime e più immediate esigenze di cibo per le famiglie della zona. I progetti che seguiamo hanno i seguenti obiettivi: portare sollievo alle famiglie con difficoltà economiche, far fronte ai bisogni alimentari nelle situazioni d’emergenza, coadiuvare con l’opera di volontariato gli enti locali preposti (Municipio, Comune, etc.), favorire la socializzazione e l’integrazione nella collettività dei meno abbienti, costruire una rete di servizi, di sinergie di idee e risorse umane.
In particolare, i nostri piccoli aiuti economici ed alimentari permettono alle famiglie di risparmiare le poche risorse finanziarie a loro disposizione e di impiegarle in altri settori del vivere. Nelle situazioni gravi i più poveri si indebitano solo per comprare il cibo, mettendo così a repentaglio le loro possibilità di recupero.
Gli utenti dei progetti sono di solito appartenenti a famiglie che sono state individuate dai volontari dell’associazione tramite rilevazione sul territorio o che facciano richiesta di aiuto o che comunque siano conosciute in quanto indigenti. Il nostro primo aiuto consiste, solitamente, nella fornitura di generi alimentari, tramite la preparazione di pacchi contenenti generi di prima necessità. Per il reperimento della merce, possediamo un pulmino, messoci gentilmente a disposizione dal Parroco, col quale effettuiamo spostamenti nel territorio del nostro Municipio, sconfinando, qualora le necessità lo rendano necessario, nelle zone limitrofe.
Dopo aver completato l’allestimento dei pacchi alimentari, li distridi Antonella Di Grazia buiamo, in modo informale e confidenziale, di solito nei locali della chiesa o in una delle sue adiacenze. Le famiglie, per la salvaguardia della sfera del privato, sono contattate direttamente dai volontari o si incontrano su appuntamento. Sui contenitori non vi è traccia che possa far risalire al contenuto.
Diversa è la modalità che utilizziamo quando siamo noi volontari a lavorare in maniera diretta nel quartiere. In questo caso, il logo della nostra associazione e quello dei nostri sostenitori è ben evidente sui “fratini”, che solitamente indossiamo durante lo svolgimento delle attività filantropiche.
Spesso e volentieri, durante le iniziative, veniamo fermati dalla gente comune che ci chiede informazioni e in quale maniera potervi partecipare.
Prepariamo settimanalmente pacchi alimentari per 40 famiglie, di cui 15 pacchi grandi e 25 pacchi medi, contenenti di solito carne in scatola, olio, aceto, latte condensato, fagioli, tonno, crakers e biscotti dolci, cioccolato, caffè, zucchero, sale, pepe e confettura di frutta. La sede del Gruppo Volontari si trova presso l’oratorio della Parrocchia Santa Galla sito al numero 195 della Circonvallazione Ostiense.
I numeri di telefono sono i seguenti: 06 5744854 e 06 5742141.

 

Copyright tutti i diritti riservati – Cara Garbatella Anno 5 -Novembre 2008

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail