SOS parco Tintoretto: In pericolo l’area verde minacciata dal cemento

TRA VIA BALDOVINETTI E GROTTE D’ARCACCIO
di Massimiliano GIOVANNOLI

L’area verde tra via Baldovinetti e via Grotte d’Arcaccio sembra destinata a scomparire sotto un mare di cemento e asfalto. Un accordo di programma ratificato nel maggio di quattro anni fa ed un’apposita convenzione urbanistica stipulata nel dicembre del 2017 tra la Regione Lazio e il Comune di Roma, prevedono la costruzione di un centro commerciale, di un palazzo di quattordici piani, di un asilo e della strada di collegamento tra Vigna Murata e via del Tintoretto. Previste anche tre rotatorie: due su Vigna Murata e la terza su via del Tintoretto, vicino all’orto urbano Ortolino. Non solo, ma la realizzazione della strada a quattro corsie con spartitraffico porterebbe al taglio di circa 250 alberature,  eliminando l’area verde conosciuta come Parco del Tintoretto.
I cittadini della zona non mancano di sottolineare anche la pericolosità di quest’arteria, soprattutto per gli studenti dei vicini plessi scolastici. È l’Associazione Ottavo Colle a ricordare che questo – “non è un quartiere di transito. Qui le persone vengono a lavorare, quindi le auto arrivano e si fermano. Ora – aggiungono – corriamo il rischio che venga convogliato nel nostro quartiere un  traffico che non sarebbe mai arrivato e con esso anche tanto rumore e smog” . Intanto il Campidoglio prende tempo mentre per Il Municipio VIII – ha spiegato il minisindaco Amedeo Ciaccheri – “si tocca un’area di verde pubblico che va tutelato perchè è uno dei pochi spazi disponibili per residenti e studenti della zona“.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail