Nell’ex deposito Atac un Farmer’s Market e artigianato made in Italy

Apre il “San Paolo District”

di Fabrizio Fagiani

In via Alessandro Severo si riaprono i cancelli dell’ex deposito Atac che diventa “San Paolo District”.  Quasi un anno fa l’Atac aveva approvato il progetto di rigenerazione urbana  temporanea di tre depositi dismessi proposto dalla società Urban Value. E così, nel corso dei mesi, hanno avuto nuova vita prima l’ex deposito Vittoria trasformato in Prati Bus District  e poi l’ex rimessa Tuscolana che adesso si chiama Ragusa Off. Per ultimo è arrivato il turno dell’ex deposito San Paolo.

Il nastro l’hanno tagliato la sindaca Virginia Raggi insieme al presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri.

La storica struttura, costruita alla fine degli anni venti del secolo scorso, dopo tanti anni di abbandono è diventata quindi uno spazio per eventi aperto ai cittadini del quartiere.

Per le sue caratteristiche architettoniche e per la sua posizione San Paolo District  ospiterà in modo prevalente mercati  di diversa tipologia. Enogastronomia e artigianato soprattutto.

“Con questo progetto si conclude un’importante operazione di riqualificazione urbana” ha detto la sindaca Raggi “che ha consentito il recupero del terzo deposito Atac dismesso, dopo quelli di piazza Bainsizza e piazza Ragusa, trasformati in spazi per iniziative sociali, culturali, imprenditoriali, che hanno già ospitato oltre trecentomila cittadini”.

E i tanti cittadini presenti all’inaugurazione di San Paolo District hanno trovato un grande “Farmer’s Market” di produttori agricoli a chilometro zero, che sarà aperto tutti i sabato e domenica, arricchito da uno spazio ristoro dove gustare i prodotti degli espositori.  Oltre al mercato contadino, negli 8.000 metri quadrati della struttura saranno organizzati eventi per la promozione dell’agroalimentare italiano e dell’artigianato e l’abbigliamento made in Italy.

“La rigenerazione urbana del patrimonio” ha commentato il presidente Ciaccheri “è un processo che va costruito quotidianamente con l’impegno di tutte le istituzioni e il supporto delle cittadine e dei cittadini. A San Paolo l’ex deposito Atac testimonia come sia possibile recuperare uno spazio urbano in disuso, trasformandolo in un’ occasione per il quartiere e la città. Come Municipio abbiamo sostenuto la realizzazione di questo spazio dedicato  alla promozione dei prodotti agricoli tipici e locali che vivrà nei fine settimana all’interno degli immensi padiglioni. Un utilizzo temporaneo che può diventare l’occasione per aprire un progetto complessivo di rigenerazione pubblica dell’ex deposito Atac per il futuro”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail