La Legge finanziaria spiegata ai cittadini

La Legge finanziaria spiegata ai cittadini

Affollato dibattito organizzato da Altrevie e Cara Garbatella con l’intervento di due giornalisti economici

di Fabio Muzi

Curiosità e molta partecipazione di pubblico (e, cosa rara, anche qualche giovane!) hanno contraddistinto l’iniziativa  …..

La Legge finanziaria spiegata ai cittadini

Affollato dibattito organizzato da Altrevie e Cara Garbatella con l’intervento di due giornalisti economici

di Fabio Muzi

Curiosità e molta partecipazione di pubblico (e, cosa rara, anche qualche giovane!) hanno contraddistinto l’iniziativa congiunta delle Associazioni Altrevie e Cara Garbatella, promossa per illustrare ai cittadini i meccanismi istituzionali e i contenuti della manovra finanziaria che ogni anno fa fibrillare Governo e Parlamento e mette in apprensione l’intero Paese. In effetti, ci si stupisce che si sappia così poco di un atto fondamentale che riguarda la vita dei cittadini ma di cui, ai più, arriva un’eco lontana e frettolosa attraverso i pochi minuti dedicati dai telegiornali o dalle poche righe, spesso fumose, dedicate al tema dai quotidiani.
Proprio per soddisfare curiosità e rispondere a domande che, spesso, non sappiamo a chi rivolgere, le due Associazioni che operano a Garbatella hanno organizzato, giovedì 22 novembre, un incontro dal titolo ‘La Legge Finanziaria spiegata ai cittadini – Per capire la manovra di bilancio del governo’, a cui  hanno partecipato due autorevoli giornalisti economici che, per lavoro, seguono quotidianamente i lavori parlamentari: Dino Pesole, de “Il Sole 24 Ore”, e Giuseppina Paterniti, volto noto agli spettatori del TG3 della Rai.
Dopo aver ricordato che la Legge Finanziaria nasce nel 1978 per correggere i conti del Bilancio dello Stato, Dino Pesole ha spiegato obiettivi e finalità dello strumento; Giuseppina Paterniti ha invece presentato i contenuti della legge sottolineando come quest’anno, per la prima volta, non vengono introdotte nuove tasse ma, sia pur gradualmente, si avvia una restituzione alle fasce più deboli (i cosiddetti ‘incapienti’!) e si riducono le tasse sulla casa per i piccoli proprietari e per gli inquilini.
“Il dibattito che ne è seguito – dice Claudio Bocci, presidente dell’Associazione Altrevie – ha messo in luce le responsabilità del grave dissesto finanziario del nostro Paese, che risalgono addirittura agli anni ’80 e che sono stati pesantemente aggravati dal governo Berlusconi, dopo il faticoso riequilibrio del primo governo dell’Ulivo.”
Al termine della serata tutti i partecipanti, esprimendo apprezzamento per un’iniziativa un po’ in controtendenza rispetto alle isole dei più o meno famosi, si sono chiesti e hanno chiesto ai due giornalisti presenti come mai l’informazione su temi così importanti per la vita dei cittadini sia così scadente: le vicende degli “inciuci” tra Rai e Mediaset recentemente emerse alla ribalta della cronaca, forse, ci aiutano a comprendere.

 

 

Copyright tutti i diritti riservati – Cara Garbatella Anno 4 – Dicembre 2007

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail