Ancora una interrogazione 5 Stelle sul Parco del Tintoretto

Apertura Parco del TintorettoAncora ritardi e problemi sull’apertura del nuovo Parco del Tintoretto, area verde che fa parte del progetto di recupero delle zone degradate previsto dall’amministrazione del Municipio VIII. “Il progetto del parco, annunciato in pompa magna da Ciaccheri e dall’assessore all’Ambiente, doveva essere restituito alla cittadinanza un anno fa”. Afferma in un comunicato stampa Matteo Bruno, consigliere M5s.

Le dichiarazioni di Matteo Bruno, consigliere M5s

“Parliamo di un progetto di diretta competenza municipale – spiega Bruno – pertanto tale ritardo dimostra la completa incapacità della giunta del Municipio VIII di portare a termine nei tempi previsti le opere annunciate con tanto clamore”.
“In questi mesi – sottolinea – ho presentato diverse interrogazioni e l’assessore all’ambiente ha risposto che la ditta che ha preso in carico i lavori si è dimostrata inadeguata. La scarsa conoscenza di questa giunta – prosegue – ha portato a sottoscrivere un accordo con questa ditta senza prevedere alcuna penale, quindi, il Municipio ha pagato buona parte del compenso stabilito dal contratto per vedersi un parco incompleto e in stato di degrado”.
Infine – conclude il consigliere M5s – i lavori dovevano ripartire nei primi giorni di settembre, invece il parco continua ad essere deserto e abbandonato”.

La risposta di Michele Centorrino, assessore alle Politiche Ambientali

Non esita a controbattere l’assessore Centorrino. “La ditta, non avendo portato a compimento i lavori, ci ha costretto ad allungare i tempi di realizzazione del parco ma, come ho già risposto alle interrogazioni del consigliere Bruno, il Municipio non ha pagato nessuna lavorazione che non è stata poi effettuata”.
“Abbiamo tutto l’interesse ad aprire il parco il prima possibile per recuperare quella che era un area totalmente abbandonata al degrado degli anni. Ora – prosegue – i lavori sono ripresi regolarmente ma non sono conclusi per via dei ritardi nei rifornimenti dei materiali, che sappiamo in questo periodo avere tempi molto più lunghi del solito”.
“Comunque – conclude Centorrino – siamo in dirittura d’arrivo, abbiamo anche dovuto effettuare diversi lavori che erano stati lasciati a metà, come le recinzioni e il completamento dell’area ludica, ma stiamo andando avanti e speriamo di ricevere presto una data precisa per l’inaugurazione”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail