A presto il rientro a casa

Al termine i lavori a Via Roberto De NOBILI

A presto il rientro a casa

a cura di Gianluca MARRA capogruppo D.S. XI Municipio

Come tutti ricorderete a novembre dello scorso anno in Via Roberto dè Nobili, all’interno del lotto 38 dello I.A.C.P., fu sgomberato un intero palazzetto per problemi strutturali evidenziati da una grossa crepa creatasi all’interno del corpo scala. Dopo il primo momento …..

Al termine i lavori a Via Roberto De NOBILI

A presto il rientro a casa

a cura di Gianluca MARRA capogruppo D.S. XI Municipio

Come tutti ricorderete a novembre dello scorso anno in Via Roberto dè Nobili, all’interno del lotto 38 dello I.A.C.P., fu sgomberato un intero palazzetto per problemi strutturali evidenziati da una grossa crepa creatasi all’interno del corpo scala. Dopo il primo momento di totale smarrimento, tutti insieme ci si è rimboccati le maniche per affrontare con estrema concretezza il problema. E’ così cominciato un lavoro sinergico tra gli uffici della protezione civile, degli stabili pericolanti, del Municipio e dello I.A.C.P. volti a garantire in primo luogo i residenti ed i loro futuro. Contestualmente è partito il cantiere di recupero della struttura che , ad oggi, risulta essere a buon punto. I lavori, dati in esecuzione alla Roma Costruzioni Appalti di Roberto Capogna, hanno previsto i seguenti interventi:creazione di un cordolo – dopo preventivo scavo – in calcestruzzo armato intorno alle fondazioni;

 

  • creazione di un cordolo intorno al parapetto di copertura;
  • posa in opera di una rete metallica di contenimento intorno al palazzetto; totale rifacimento dell’intonaco con preventiva gettata di sabbia e cemento;
  • rifacimento dei cornicioni (con le stesse originarie bugnature)
  • apertura della lesione nel corpo scala (di centimetri 30 circa) e trattamento della stessa con iniezioni di malte antiritiro.

Inoltre importantissime sono state le operazioni di bonifica di tutti i cavi elettrici esistenti in piombo, sostituiti con quelli di ultima generazione e messa a norma dell’impianto elettrico. Rispetto a quest’ultima operazione, c’è da dire che importante è stato il continuo contatto tra Municipio, ditta esecutrice dei lavori e ACEA, nella persona del Signor Diego Lazzari il quale, con elevata professionalità, ha superato tutte le procedure aziendali per abbreviare i tempi di intervento (facendo in modo che i vecchi fili elettrici volanti, che collegavano alla rete le varie utenze tra i diversi palazzetti venissero eliminati, risolvendo i problemi legati all’impianto di illuminazione esterno e pianificando inoltre la bonifica di altri impianti in ulteriori lotti). L’impegno assunto da tutti è stato quello di velocizzare al massimo l’operazione al fine di far rientrare, nei rispettivi alloggi, le persone sgomberate. La ditta, consultata sui tempi di riconsegna dell’immobile, ha dichiarato che se non sorgono ulteriori problemi tecnici, la stessa potrebbe effettuarsi dopo le feste pasquali.

 

Copyright tutti i diritti riservati – Cara Garbatella Anno 0 – Aprile 2003

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail