Il cartellone di aprile del Teatro Palladium

autore della foto: Alessandro Paone

Questo mese in scena due rassegne al Teatro Palladium: “Il paese fertile” (dal 3 all’8 aprile), la prima rassegna organizzata dal gruppo dei docenti di teatro del Dams dell’Università Roma Tre per sperimentare le infinite varietà della parola “teatro”, e “Aprile in danza” (5, 9, 13 e 17 aprile), quarta edizione del festival che esplora le innumerevoli possibilità artistiche del corpo e dello spazio.

Questo mese in scena due rassegne al Teatro Palladium: “Il paese fertile” (dal 3 all’8 aprile), la prima rassegna organizzata dal gruppo dei docenti di teatro del Dams dell’Università Roma Tre per sperimentare le infinite varietà della parola “teatro”, e “Aprile in danza” (5, 9, 13 e 17 aprile), quarta edizione del festival che esplora le innumerevoli possibilità artistiche del corpo e dello spazio.

Inoltre, l’11 aprile ci sarà il concerto del Quintetto Bottesini dedicato a una delle più grandi compositrici dell’800, Jeanne-Louise Dumont Farrenc;  il 12 la proiezione di “Ride”, esordio alla regia di Valerio Mastandrea e ultimo appuntamento di “Incontri col cinema”; il 14 il Festival Dantesco; il 26 e 27 lo spettacolo “Supplici 2.0”, ispirato alla celebre tragedia di Eschilo.

3- 8 aprile RASSEGNA “IL PAESE FERTILE”

Protagonisti, alcuni dei migliori performer italiani, punti di riferimento nei loro rispettivi ambiti poetici: il Teatro Tascabile di Bergamo, Alessandra Cristiani, Marcello Sambati e Ascanio Celestini. Un festival che riunisce i più vari generi teatrali (narrazione, danza, poesia, teatro danza, teatro di strada, tecniche orientali e tecniche occidentali) su diversi tipi di palcoscenici: il foyer e la sala del Teatro Palladium; lo spazio intimo e di lavoro della sala Columbus dell’Università Roma Tre, le aule universitarie.

Sul palcoscenico del Teatro Palladium, si comincia mercoledì 3 aprile alle 21 con il Teatro Tascabile di Bergamo e i suoi “Fuochi D’Artificio”. Uno spettacolo-dimostrazione sull’arte dell’attore tra Oriente e Occidente con Alessia Baldassari, Tiziana Barbiero, Antonietta Fusco, Ruben Manenti, Alessandro Rigoletti e Caterina Scotti. Un riuscito esperimento di antropologia teatrale, nuova categoria espistemologica della cultura scenica contemporanea la cui principale caratteristica consiste nel privilegiare l’aspetto della “esecuzione” dello spettacolo (con particolare attenzione all’arte dell’attore) rispetto all’importanza assegnata al momento verbale e testuale.
BIGLIETTI: 10 €

Sabato 6 aprile alle 21 protagonista la danza di Alessandra Cristiani in “Opheleia. Ofelia aiuta Ofelia”. Quella di Cristiani, performer che ha approfondito la sua ricerca nel Butoh giapponese, è una performance che non ha la pretesa di ricostruire il personaggio shakespeariano, che non vuole essere una presa di posizione, ma piuttosto un cedere all’evidenza di una natura data universalmente, che si aggrappa alla percezione di sé come unica realtà con la quale dialogare. Ofelia è la creatura invisibile, circondata da occhi che non sono disposti a “vederla”.
BIGLIETTI:  Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Domenica 7 aprile alle 18 invece va in scena “Qualcosa da selvaggiamente sprecare” del poeta, attore e regista Marcello Sambati (drammaturgie e tessiture sonore) con Elena Rosa (ricerca coreografica e gestuale). In questo tempo di decomposizione e de-creazione dell’Essere, il verso di Paul Celan è una lama che ci è affidata per andare oltre, aprirci all’ascolto di altri esseri, creature umane vaganti e straziate, di animali e vegetali, polifonie di acque e vento, voci inimitabili che si donano, non salvate, disarticolate, informi, incompiute. Il teatro di Sambati, nella forma della rappresentazione, si fa politica del corpo che sopravvive, carne e anima del mondo.
BIGLIETTI:  Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Il paese fertile si conclude lunedì 8 aprile alle 21 con “Storie di persone”. Un racconto, una lettura, un incontro con Ascanio Celestini: autore, attore e regista romano considerato uno dei rappresentanti più importanti del nuovo teatro di narrazione. Celestini mette in scena un repertorio di racconti e testimonianze che ogni volta possono cambiare ma che sempre hanno una piccola missione: raccontare storie di persone qualunque prima che si trasformassero in una notizia di cronaca. Il racconto viene sviluppato da chi sta vivendo il dramma sulla propria pelle: come Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, altra protagonista dello spettacolo.
BIGLIETTI:  Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Il programma del festival si arricchisce anche della mostra fotografica I corpi del Butō. con fotografie di Alberto Canu, Emilio D’Itri e Samantha Marenzi. L’inaugurazione è prevista sabato 6 aprile alle ore 19, nel foyer del Teatro Palladium.

5-9-13-17 APRILE RASSEGNA “APRILE IN DANZA”, QUARTA EDIZIONE

Quattro appuntamenti all’insegna della grande danza e della ricerca artistica, che volgono lo sguardo verso l’esplorazione del corpo e dello spazio, nelle loro migliaia di sfaccettature espressive.

Venerdì 5 aprile alle ore 20,30:  Compagnia Körper – “Gli amabili resti” (danza)
Pièce per 5 performer e music designer di Loris De Luna e Sara Lupoli. Uno spettacolo che racconta la storia di una famiglia, con i suoi disequilibri e i suoi ritrovamenti, le sue feste e gli abbandoni, i suoi riti concertati e gli imprevisti che li spezzano. Un movimento continuo, un viaggio emotivo e corporeo in un paesaggio variabile in cui musica, letteratura, teatro, mitologia e danza si abbracciano per creare una tensione ritmica che trasforma progressivamente le relazioni tra i corpi e il rapporto con lo spazio.
BIGLIETTI: Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Martedì 9 aprile alle ore 20,30: Spellbound Contemporary Ballet –  “Serata Spellbound” (danza)
Il palcoscenico del Palladium ospita una delle compagnie italiane più conosciute oltre confine per un gala in cui i danzatori, eccellenze dell’ultima generazione, propongono un programma misto con coreografie tutte a firma di Mauro Astolfi: Formami, Small Crime, Hunger and Grace, Man Made e infine l’inedito In the Offing.
BIGLIETTI: Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Sabato 13 aprile alle ore 20,30: Anna Dego e Alessandro Mor – “Indoor” (danza)
Spettacolo liberamente ispirato all’opera di D.F. Wallace di e con Anna Dego e Alessandro Mor, “Indoor” è una partita giocata in due tra un tavolo, due sedie e un attaccapanni. Un uomo e una donna sono in procinto di uscire. Nei brevi istanti in cui si mettono il cappotto e si allacciano le scarpe, flussi di pensieri li attraversano: lo spazio inizia a trasformarsi, il tempo si dilata, il mondo reale sfuma in quello immaginario. L’uomo e la donna si fronteggiano, si spalleggiano, si accaniscono. Più simili a partner di danza che ad avversari, si rimbalzano le loro fragilità, i loro sogni, le loro paure.
BIGLIETTI: Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Mercoledì 17 aprile alle ore 20,30: “Dispositivo #1” (danza)
Lo spettacolo è un’azione per gli allievi del secondo anno del progetto Da.Re Dance Research, un percorso triennale di perfezionamento formativo e ricerca nelle arti performative contemporanee che pongono al centro le questioni della presenza, del corpo, del movimento, della danza. I percorsi laboratoriali sono condotti da quattro protagonisti della danza contemporanea: Adriana Borriello, Michele Di Stefano, Daniele Ninarello e Silvia Rampelli, accomunati dal desiderio di trasmettere e condividere pratiche e riflessioni. La serata al Palladium, inoltre, rappresenta per gli allievi una delle prime occasioni di confronto con lo sguardo del pubblico.
BIGLIETTI: Intero 18 €; ridotto 12 €; studenti 8 €

Giovedì 11 aprile alle ore 19,15: Quintetto Bottesini – “Musiche di compositrici di ieri e oggi” (musica)
Il loro nome si ispira al grande virtuoso del contrabbasso – nonché compositore e direttore d’orchestra – Giovanni Bottesini (1821-1889): il Quintetto Bottesini è protagonista di un concerto di musica da camera per quartetto d’archi e pianoforte dedicato a una delle più grandi compositrici dell’800: Jeanne-Louise Dumont Farrenc, professoressa di pianoforte al Conservatorio di Parigi e unica donna a detenere tale prestigiosa posizione in tutto il XIX secolo.
INGRESSO GRATUITO

 

Venerdì 12 aprile alle ore 20,30: “Ride” (cinema)
Ultimo appuntamento della stagione con la rassegna “Incontri col cinema”. Ospiti dell’incontro l’attore e regista Valerio Mastandrea, l’attrice Chiara Martegiani e il produttore Simone Isola. Insieme a Vito Zagarrio (Università Roma Tre) introducono la visione del film “Ride” (2018), esordio alla regia di Valerio Mastrandrea, presentato in anteprima lo scorso novembre al Torino Film Festival.
BIGLIETTI: 5 euro

Domenica 14 aprile alle ore 18,30: Festival Dantesco
Dopo 8 edizioni nazionali e 3 edizioni toscane, il Festival Dantesco, concorso per giovani interpreti della Commedia, approda al TeatroPalladium. Sostenuto dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium e patrocinato dalla Società Dante Alighieri, il Festival vedrà le 9 esibizioni finaliste (Fermo, Assisi, Grosseto, Siena, Roma, Siracusa) contendersi gli ambiti premi. Presidenti di Giuria saranno Francesca Cantù e Giulio Ferroni.
BIGLIETTI: 8 euro

 

Venerdì 26 e sabato 27 aprile alle ore 20,30: “Supplici 2.0” (teatro)
Un folto gruppo di esuli giunge dalle lontane terre d’Africa sulle coste greche dopo aver attraversato il mare. Sono donne, ragazze, pronte ad affidare la loro vita alla compassione degli abitanti della regione pur di sfuggire alla violenza. Le loro speranze di essere accolte e protette si fondano su un elemento preciso: la parentela, remota ma certa, con gli argivi. Il dilemma che si presenta al re di Argo è dunque esemplare: mettere a rischio la prosperità e la sicurezza della propria gente in nome di una presunta prossimità con una folla composta, di fatto, da persone sconosciute? L’eco che questa materia drammatica e mitologica trova nel momento storico attuale non potrebbe essere più evidente.
Ingresso gratuito

BIGLIETTERIA PALLADIUM
Attivo due ore prima dello spettacolo il numero: 0657332768
Prenotazioni via e-mail biglietteria.palladium@uniroma3.it; prevendite www.liveticket.it/TeatroPalladium
Info line per prenotazioni cell 350 011 9692 (attivo tutti i giorni, 11:00-13:00 / 16:00 – 20:00)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail