Pubblicazioni

cara Garbatella

Pubblicazioni Stiamo aggiornando questa pagina, per mettere maggiormente in risalto tutti gli autori che hanno scritto, ricordato e fatto conoscere la Garbatella e l’ Ostiense. Vi chiediamo di mandarci tramite l’apposito modulo di “Lavora con noi” eventuali imprecisioni. Grazie Spettri Rossi Autore Gianni Rivolta Jacobelli editore Altezza : 23 cm Larghezza : 16 cm Pagine … Leggi tutto

Garbatella borgo marinaro? Sì, ma fu soltanto un progetto

Garbatella borgo marinaro? Sì, ma fu soltanto un progetto

Il quartiere era stato ideato anche in funzione di un porto-canale che non fu più costruito.
Quasi tutte le sue strade furono intitolate a uomini del mare

di Cosmo Barbato

Si è sempre detto che la borgata-giardino fondata nel 1920 sui Colli di San Paolo (doveva chiamarsi Concordia, prevalse il toponimo popolare Garbatella) fosse, oltre che un insediamento operaio, anche un borgo marinaro. Ciò è vero, se si riguardano le intenzioni dei suoi ideatori. Questi infatti avevano concepito il nuovo agglomerato urbano, oltre che in funzione della sottostante zona industriale ostiense, che da qualche decennio si andava sviluppando, anche di un canale navigabile, affiancato al Tevere, che avrebbero dovuto mettere in comunicazione il mare di Ostia …..

Carlotta? Maria? Ma c’era una signora “Garbatella”?

In principio il nome era “Colli di San Paolo”, poi nel 1920 fu proposto “Concordia” e negli anni ’30 “Remuria”, la città di Remo

Carlotta? Maria? Ma c’era una signora “Garbatella”?

di Cosmo Barbato

Garbatella, dolce nome per la borgata-giardino, quale fu progettata dagli architetti Gustavo Giovannoni e Marcello Piacentini tra il primo e il secondo decennio del secolo scorso per “offrire quieta e sana stanza agli artefici del rinascimento economico della capitale”, come si legge nell’epigrafe di fondazione posta il 18 febbraio 1920 in Piazza Benedetto Brin. Il riferimento agli “artefici del rinascimento economico” alludeva agli operai della zona industriale che andava sviluppandosi lungo l’asse della sottostante Via Ostiense e, in prospettiva, agli operatori di un canale navigabile, progettato ma poi non realizzato, …..

Dalle feste fagottare alla Festa dei Vicini

Si evolvono costumi e usanze anche a Garbatella

Dalle feste fagottare alla Festa dei Vicini

di Antonietta Tiberia

Sabato 7 maggio: si festeggia a Roma, per la prima volta, la festa dei vicini di casa. L’idea è stata copiata dalla Francia, come la Notte bianca. Piacerà ai romani? Si è fatta molta pubblicità su questa iniziativa, la città è piena di manifesti; in metropolitana, sugli autobus e sui giornali si leggono slogan accattivanti: “Cin c’incontriamo, vicini vicini…”.
Alla radio se ne parla, si ascoltano commenti di tutti i generi. Su Radio 2 mi è capitato per caso di ascoltare …..

11 figli, 36 nipoti, 18 pronipoti compie cent’anni Maria Foschi

11 figli, 36 nipoti, 18 pronipoti compie cent’anni Maria Foschi

Garbatella, 85 anni dalla sua fondazione festeggiati a febbraio, è terra di centenari. Sarà l’aria buona che vi si respira, sarà il clima tranquillo che pervade le sue strade e le piazzete. Il prossimo 10 giugno cent’anni li compirà Maria Foschi, capostipite di una stirpe, di un clan ben noto alla Garbatella, 65 (sessantacinque!)
tra figli, nipoti e pronipoti. Ricordiamo, tra i nipoti, Enzo, appena eletto consigliere regionale, e Tiziana, …..

I bimbi tornano alla ‘Scoletta’

I bimbi tornano alla ‘Scoletta’

Antonio Bertolini

I bambini della Scuola della Infanzia del Municipio Roma XI tornano, dopo un anno e mezzo di lavori di ristrutturazione, ad usufruire delle aule della ” Casa dei Bimbi”, ubicata nel cuore della Garbatella in Piazza Nicola Longobardi 2.
E’ come riaprire uno scrigno dove vengono affettivamente serbati ricordi che abbracciano ormai quattro generazioni; e si percepisce l’emozione all’entrata ascoltando i commenti rispettosi e pieni di orgoglio di chi più vecchio ( i bisnonni ) ha vissuto quella “scoletta “, di chi l’ha frequentata negli anni del dopoguerra od in quelli del boom economico ( i nonni ), fino ad arrivare ai genitori dell’inizio anno 80′. …..

Garbatella, quel “borgo marinaro”…

un canale ed un porto fluviale: storia di un progetto fallito

Garbatella, quel “borgo marinaro”…

di Cosmo BARBATO

Garbatella compie 83 anni. Ricordiamo questa data – 18 febbraio 1920 – pubblicando alcuni versi scritti nel 1994 da Orlando Monteleoni, un ex operaio della Vetreria San Paolo (oggi al posto di quella fabbrica c’è la sede della Terza Università, sulla via Ostiense), il quale in dialetto racconta il suo “dialogo” con l’epicentro di quella lontana fondazione, la piazza Benedetto Brin. Qui è murata la “prima pietra” della nuova borgata, posta dalla “mano augusta di sua maestà il re Vittorio Emanuele III”. Reca un’epigrafe – oggi leggibile con difficoltà: andrebbe restaurata – che nomina i committenti: l’Istituto per le Case Popolari e l’Ente autonomo per lo sviluppo marittimo ed industriale (di quest’ultimo parleremo in seguito). …..

Nell’aprile del prossimo anno pronta la “Scuola dei bimbi

Ristrutturazione della scuola materna

Nell’aprile del prossimo anno pronta la “Scuola dei bimbi

di Cosmo BARBATO

La “Scuola dei bimbi”, quella piccola perla architettonica di piazza Nicola Longobardi, nel cuore della Garbatella, nella quale sono passate tante generazioni di bambini del nostro quartiere, è in corso di una radicale ristrutturazione che ne rispetterà scrupolosamente le linee. “Cara Garbatella” …..

Luigi Amati, un artista dalla Garbatella all’Olanda

Luigi Amati, un artista dalla Garbatella all’Olanda

Partito dall’Italia per lavoro, lo scultore vive da quasi mezzo secolo nei Paesi Bassi.
Un suo desiderio? Lasciare una sua opera nel quartiere dov’è nato

intervista di Francesca Vitaliani

Qual è il tuo rapporto con la Garbatella?
La Garbatella è uno dei quartieri più belli di Roma. …..

A Santa Galla ritratti di quartiere

A Santa Galla ritratti di quartiere

Una mostra fotografica ha ripercorso la storia della nostra comunità

di Giovanna Romagnoli

Era il 18 febbraio del 1920 quando Vittorio Emanuele III poneva la prima pietra fondativa di un nuovo insediamento a Piazza Brin.
Il progetto di costruzione iniziava, sarebbe nato un nuovo quartiere, “La Garbatella”. Sarebbero sorte le famose “case giardino”. Il quartiere modello fu visitato persino, si era nel dicembre del 1931, dal Mahatma Ghandi.  …..