La speculazione immobiliare investe anche la Garbatella

La speculazione immobiliare investe anche la Garbatella

Intervista all’ urbanista Paolo Berdini: “La città è come un’infezione in mano ai trafficanti di suolo urbano”. Il gioco perverso delle compensazioni.

di Eraldo Saccinto

Nella sua ultima fatica, intitolata esattamente come riportato nel sommario del nostro articolo, l’urbanista Paolo Berdini, scrive che dalle periferie l’aggressione sta lentamente ma inesorabilmente investendo i centri storici, quelle parti delle città in cui più elevata e preziosa è l’identità stessa dei luoghi.
I centri storici si orientano quindi a soddisfare la domanda che ne consegue. Ed è così che artigiani e residenti scompaiono, sostituiti da negozi e megastore che potremmo trovare in qualsiasi posto del mondo. Anche la Garbatella, che di Roma è ormai parte del centro storico, …..

Quando all’Ostiense si arrivava con l’omnibus tirato dai cavalli

Nel 1845 la prima linea urbana di Roma, approvata dal governo pontificio perché agevolava il percorso dei pellegrini

Quando all’Ostiense si arrivava con l’omnibus tirato dai cavalli

di Enrico Recchi

ominibus

Per raccontare la storia dei trasporti pubblici di Roma e del nostro quartiere bisogna risalire al 19° secolo. Infatti il primo trasporto pubblico urbano in esercizio aRoma fu quello della linea di omnibus a cavalli da Piazza Venezia alla Basilica di San Paolo, con un percorso di circa 4.5 km, attivato nel giugno del 1845. (Il nome “omnibus” è parola latina che significa “per tutti”, ma viene anche collegato al nome del mugnaio francese François Omnès che per primo iniziò il trasporto pubblico per i clienti dei suoi bagni pubblici, aperti per sfruttare al meglio la grande quantità di acqua calda prodotta dalle macchine con cui lavorava la farina: le prime carrozze a cavallo collegavano la piazza principale della città di Nantes …..

Addio Leda

Addio Leda

Leda Marrone

E’ morta Leda Colombini abitava alla circonvallazione Ostiense un malore dentro il carcere di Regina Coeli, dove ancora si dedicava al volontariato con l’associazione ‘A Roma Insieme’ a favore delle detenute con bambini.
Partigiana e poi figura di primissimo piano del Pci, aveva 82 ed era la moglie di Angiolo Marroni garante dei detenuti del Lazio

LedaColombini è scomparsa. Un malore, che le è stato fatale, l’ha colta in carcere a Regina Coeli mentre si dedicava alla sua attività di volontariato tra le detenute e i loro bambini. Ci lascia a 82 anni, una donna fuori dal comune. …..

Installati giochi per bambini nel giardino di Via Matteucci

Installati giochi per bambininel giardino di Via Matteucci

Sabato 19 novembre il Presidente della Provincia Nicola Zingaretti, insieme al Presidente del Municipio XI Andrea Catarci e all’Assessore alla Cultura ed alle Politichegiovanili Carla Di Veroli, ha inaugurato una nuova area giochi nel giardino “Antonio Pisino” di Via Pellegrino Matteucci, finanziata dalla Provincia di Roma. Sono stati installati un castello con due torri e scivolo, con pavimentazione antitrauma, una casetta per bambini, un bilico ed altri giochi.

Sui marciapiedi sotto casa a saltare nella “Campana”

Sui marciapiedi sotto casa a saltare nella “Campana”

I vecchi giochi di strada di quando eravamo ragazzi

di Enrico Recchi

l gioco della campana è tra i più antichi e conosciuti al mondo. Secondo alcuni studiosi le sue origini risalirebbero addirittura all’epoca degli antichi Egizi. La campana, tra i disegni più antichi, la possiamo trovare sulla pavimentazione del Foro Romano, a testimonianza che il gioco della campana era molto popolare fra i bambini dell’antica Roma che lo chiamavano gioco del “claudus”, cioè gioco dello zoppo, perché si giocava, finché è stato in auge, saltellando su una gamba.