Uscito nelle librerie un romanzo di Gianni Rivolta “Spettri rossi”

Uscito nelle librerie un romanzo di Gianni Rivolta “Spettri rossi”

Gianni Rivolta, dopo aver pubblicato diversi saggi sulla storia locale del quartiere Ostiense Garbatella: Garbatella mia (2003), I Ribelli, (2006), Garbatella tra storia e leggenda (2010), Le ragazze del ’58 (2011), DallaVilletta ai gazometri (2012), La Tenuta della Tre Fontane dal medioevo agli orti urbani (2015), si misura con il suo primo racconto un noir fanta-politico tra realtà e finzione.

Intervista a Gianni Rivolta

Esce in questi giorni nelle librerie “Spettri rossi” (Ed. Iacobelli), un romanzo di Gianni Rivolta giornalista e scrittore di vari saggi sul quadrante sud della Capitale, che  da  tanti anni collabora anche con Cara Garbatella. Lo abbiamo intervistato in Villetta per conoscere com’è nata questa nuova esperienza editoriale, che vede in copertina la foto elaborata graficamente della parete del lotto 12 su via Passino, realizzata da Giancarlo Proietti.

D. Se non sbaglio, dopo diversi saggi sulla storia del nostro territorio, questo è il tuo primo romanzo. Come mai hai deciso di intraprendere questo genere di scrittura?

Gianni Rivolta, presentazione libro SPETTRI ROSSI

Gianni Rivolta, presentazione libro SPETTRI ROSSI

Martedì 17 ottobre alle ore 18:00 presso l’hub culturale di Moby Dick (via Edgardo Ferrati, 3) presentazione di
SPETTRI ROSSI” romanzo di Gianni Rivolta.

 

 

Interverranno

Massimiliano Smeriglio
Simona Lunadei
Francesco Lizzani

“La Tenuta delle Tre Fontane dal medioevo agli orti urbani” Il nuovo libro di Gianni Rivolta, storico collaboratore di Cara Garbatella

Gianni Rivolta

“La Tenuta delle Tre Fontane dal medioevo agli orti urbani”

Il nuovo libro di Gianni Rivolta, storico collaboratore di Cara Garbatella

di Giancarlo Proietti

Torna nelle librerie Gianni Rivolta con un nuovo approfondimento storico sul territorio.
A distanza di tre anni dall’ultimo lavoro editoriale sui partiti politici nel primo dopoguerra nell’area Ostiense-Garbatella, il nostro collaboratore esce con una appassionante ricerca sulla “Tenuta delle Tre Fontane, dal medioevo agli orti urbani”, edito dalla Iacobelli. La presentazione del libro, domenica 29 marzo presso gli Orti Urbani di Largo Virgilio Maroso (zona adiacente via Ballarin) in occasione delle “Domeniche ecologiche”, promosse dall’Associazione Orti Urbani Tre Fontane e da Italia Nostra in collaborazione con l’VIII Municipio.

Il 5 novembre, a un mese dalla sua tragica scomparsa Alla Villetta il ricordo del regista Carlo Lizzani di Gianni Rivolta

Gianni Rivolta

Il 5 novembre, a un mese dalla sua tragica scomparsa

Alla Villetta il ricordo del regista Carlo Lizzani

di Gianni Rivolta

La sala della riunioni della Villetta di Via Passino era gremita di gente lo scorso 5 novembre per ricordare la figura di Carlo Lizzani, a un mese dalla sua tragica morte. …

Il racconto del figlio Oreste

Stavo sostituendo una foto di mia madre in un quadro con un’altra nella quale appariva più giovane e bella. In quel preciso momento squilla il telefonino … era Gianni Rivolta che mi informava che era accaduto un fatto eccezionale. Erano state fatte delle ricerche e sentiti dei testimoni di “quel giorno” (4 giugno 1944) e si era potuto ricostruire tutto l’accaduto; quindi mi chiedeva se volevo scrivere un articolo sulla storia della morte di mia madre… sono rimasto senza parole! Ripresomi da questa inaspettata richiesta proprio mentre stavo facendo quella operazione, ho fatto presente a Gianni di quella parti-colare coincidenza. Ho accettato immediatamente, emozionato quanto sorpreso e commosso. Bisogna tornare indietro di 77 anni, praticamente in tutta un’altra dimensione, per parlare di quanto accaduto a mia madre.

I Quaderni di Moby Dick

mobyDICK

I Quaderni di Moby Dick: presto il secondo fascicolo
Dopo il successo del primo numero continua il lavoro editoriale del Tavolo archivio storico

di Gianni Rivolta

I Quaderni di Moby Dick , il progetto editoriale del Tavolo per l’archivio storico del territorio, navigano ormai in mare aperto.
Dopo il primo numero sui Bagni pubblici di Garbatella e l’architetto Innocenzo Sabbatini, che ha avuto un buon riscontro di pubblico sia nelle presentazioni dirette nel quartiere (Moby Dick 4 luglio, Casetta rossa 19 luglio, Villetta 5 settembre, Jazz Festival, Premio Fantasia novembre ecc..)

Villetta in Festa. Si inizia il 5 settembre

Villetta in Festa. Si inizia il 5 settembre

Inizia oggi la sei giorni di dibattiti, musica, cinema, teatro e buona politica a Garbatella con “Villetta in Festa. La festa della Sinistra. Insieme per inventare il futuro”, che si svolgerà dal 5 al 10 settembre in via degli Armatori n. 3, via F. Passino n. 26.

Martedì 5 settembre l’inaugurazione è affidata a Paola Angelucci con un intervento sulla Villetta, da sempre luogo di scambi, di politica e cultura. A seguire un dibattito sulla memoria storica del quartiere con la presentazione del nuovo volume “Innocenzo Sabbatini, l’architetto visionario” e delle prossime uscite della collana “I Quaderni di Moby Dick”, pubblicazioni semestrali, Iacobelli editore, che mettono in relazione la Garbatella e altri quartieri dell’VIII municipio con le esperienze romane e nazionali. La collana nasce all’interno del Tavolo per l’archivio storico e il centro di documentazione sul territorio, un organismo di ricerca e studio composto da architetti, studiosi. giornalisti, storici e cittadini di varie associazioni che opera all’interno dell’hub culturale Moby Dick. Al dibattito parteciperanno gli scrittori Gianni Rivolta e Claudio D’Aguanno.

La Tenuta delle Tre Fontane dal Medioevo agli Orti urbani

Gianni Rivolta

tenuta-delle-tre-fontaneLa Tenuta   delle Tre Fontane dal Medioevo agli Orti urbani

Il nuovo libro di Gianni Rivolta

Torna nelle librerie Gianni Rivolta con un nuovo approfondimento storico sul territorio. A distanza di tre anni dall’ultimo lavoro editoriale, il nostro collaboratore esce con un’appassionante ricerca sulla “Tenuta delle Tre Fontane, dal medioevo agli orti urbani”, edito dalla Iacobelli.

Il bell’edificio degli ex Bagni custodirà la storia del territorio Qui il Centro di documentazione e l’archivio dei quartieri dell’VIII Municipio. L’importante contributo della stampa locale, a cominciare da “Cara Garbatella”. L’archivio fotografico e l’a

Gianni Rivolta

Il bell’edificio degli ex Bagni custodirà la storia del territorio

Qui il Centro di documentazione e l’archivio dei quartieri dell’VIII Municipio.
L’importante contributo della stampa locale, a cominciare da “Cara Garbatella”.
L’archivio fotografico e l’abbondante editoria di saggi e di tesi di laurea. Garbatella nel cinema e nei documentari. I protagonisti dell’Antifascismo e della Resistenza

di Gianni Rivolta

Centocinquantatre voti: tante sono state le adesioni al progetto del Centro di Documentazione e Archivio storico dei quartieri dell’VIII Municipio nella giornata che ha concluso il percorso
partecipativo popolare, iniziato con l’occupazione simbolica dell’edificio degli ex Bagni pubblici alla Garbatella.

“Dalla Villetta ai Gazometri”

Gianni Rivolta

E’ uscito a fine ottobre il nuovo libro di Gianni Rivolta

“Dalla Villetta ai Gazometri”

di Giancarlo Proietti

Una ricerca storica incrociata con la vita nei nostri quartieri nei primi anni del dopoguerra. La presentazione alla Garbatella l’8 novembre al Teatro Ambra di Piazza Giovanni da Triora La storia dei partiti politici e le lotte popolari nel primo dopoguerra nella zona industriale di Roma e nei quartieri Iacp di Garbatella e Testaccio-San Saba. E’ questo l’argomento del nuovo libro di Gianni Rivolta, che si apre con la presentazione di Massimiliano Smeriglio e …

Il tecnocrate che volle la borgata “Concordia”

L’ing. Paolo Orlando e il suo sogno di creare un porto-canale parallelo al Tevere

Il tecnocrate che volle la borgata “Concordia”

di Gianni Rivolta

Sulla nascita della Garbatella si raccontano tante storie, quasi sempre infondate e imprecise. Nell’opinione pubblica è prevalsa l’idea che la ex Borgata sia stata un’invenzione urbanistica del Fascismo, per altri, invece, un esperimento dei socialisti utopisti di fine Ottocento. La verità è più complessa. Innanzitutto la Garbatella non è un unico corpo urbanistico e quindi non può essere trattata complessivamente.
E’ un laboratorio di tipologie edilizie e di stili, progettato da diversi architetti e realizzato quasi completamente tra il 1920 e il 1930. I suoi lotti residenziali, costruiti in varie fasi, vanno dalle casette economiche della Borgata Giardino “Concordia”, nata intorno a piazza Brin nel 1920-21 quando ancora il fascismo era solo un movimento politico, alle case rapide (1924), ai villini (1925), ai grandi contenitori degli Alberghi Suburbani (1927-30), alle case padiglione per i baraccati inaugurati personalmente da Mussolini, agli edifici dei servizi come il cinema teatro Garbatella (oggi Teatro Palladium) e i Bagni pubblici. …..

I “ribelli” degli Alberghi

I “ribelli” degli Alberghi

Qui negli anni 30 vennero relegati, insieme ai poveri espulsi dal centro storico, molti “sovversivi” spesso reduci dal confine di polizia

di Gianni Rivolta

Mario Menichetti, Angelo e Sante Ticconi, Spartaco Proietti, Ruggero Favilla ed Enrico Mancini furono alcuni degli ex confinati e degli irriducibili antifascisti che abitarono gli “Alberghi del popolo” della Garbatella negli anni Trenta.
In pieno regime fascista, i lotti 41, 42, 43 e 44, meglio conosciuti come Albergo bianco, Albergo rosso (dal colore dell’intonaco esterno), III° e IV° Albergo, diventarono la dimora di ex baraccati e dei nuclei familiari deportati dal centro storico, in seguito agli sventramenti dei Borghi e dei quartieri alle pendici del Campidoglio demoliti dal piccone di Mussolini.  …..

Storie di lotta e di coraggio in un Quaderno della Resistenza

A 60 anni dalla liberazione dall’occupazione nazista l’associazione Cara Garbatella pubblica il “Quaderno della Resistenza”, raccolta di testimonianze sulle donne e gli uomini che hanno combattuto per la libertà ed hanno determinato l’identità civile e democratica del nostro quartiere

Storie di lotta e di coraggio in un Quaderno della Resistenza

di Alessandra De Luca

 

Il “Quaderno della Resistenza”, curato dall’associazione Cara Garbatella, autori Cosmo Barbato e Gianni Rivolta, è una raccolta di diciotto brevi capitoli che raccontano la tragica storia della resistenza antifascista nel territorio Garbatella-Ostiense. Diciotto racconti la cui protagonista assoluta …..

Quegli arresti all’Osteria delle Tre Rose all’Ostiense

Marzo 1932: tredici operai, tra cui alcuni comunisti, cadono nella rete dell’Ovra.
Tra loro c’è Spartaco Proietti, abitava al Terzo Albergo della Garbatella

Quegli arresti all’Osteria delle Tre Rose all’Ostiense

di Gianni Rivolta

La scheda segnaletica di Spartaco Proietti presso gli archivi di polizia, redatta il 25 Aprile 1932 In una fresca serata di marzo del 1932, all’Osteria delle Tre Rose, in Via Ostiense 129, vengono arrestati tredici giovani operai, tra i quali alcuni attivisti comunisti della zona industriale tra il Gazometro e il vecchio Mattatoio. Sono tutti sotto i trent’anni: il più giovane, Mario Recchi, ne ha appena 18, mentre il più anziano, Spartaco Proietti, non ne ha ancora compiuti 27. Abitano tra Testaccio, Ostiense e Garbatella. Molti sono operai delle Officine del gas di San Paolo, altri sono scalpellini, falegnami, muratori.
Sono le 21 e l’aria frizzante annuncia la primavera. L’Osteria delle Tre Rose è vicina al ponticello, …..

Daniele Bonessio 16 anni debutto in serie A Basket

Daniele Bonessio 16 anni debutto in serie A Basket

di Gianni Rivolta

Capitani coraggiosi crescono. Per Daniele Bonessio, 16 anni, promessa del basket giovanile nazionale, i sogni sono diventati realtà. Quest’anno il “biondino” della Garbatella veste la maglia della Virtus Roma, la squadra di serie A della Capitale. Lo ha voluto fortemente il presidente Claudio Toti, insieme al giovane Giacomo Chiminiello del San Paolo, per rinverdire il parquet di viale Tiziano. Quelli della Virtus Roma, infatti, …..

Quel 13 dicembre del 1931 in un cinegiornale d’attualità Il “Mahatma” Gandhi venne alla Garbatella

Quel 13 dicembre del 1931 in un cinegiornale d’attualità Il “Mahatma” Gandhi venne alla Garbatella

di Gianni Rivolta

Quando uscì dal portone della Maternità in piazza Biffi con quel codazzo di notabili e cappelloni, la gente della Garbatella pensò all’arrivo di qualche rappresentante della Casa reale o a qualche capo di Stato. Non era così.
In quel 13 dicembre del 1931 quell’ometto esile, vestito con un lenzuolo bianco e un paio di sandali ai piedi completamente nudi, era nientedimeno che il Mahatma Gandhi, il grande condottiero del popolo indiano, …..

Parabole e condizionatori Caos nella Città giardino

Parabole e condizionatori

Caos nella Città giardino

di Gianni Rivolta

Sono centinaia i condizionatori d’aria di ogni foggia, le tracce sugli intonaci, i fili delle antenne e le paraboliche, che devastano gli edifici dello storico quartiere della Garbatella. Non c’è più regola. La Città Giardino è ferita mortalmente. Ogni giorno i motori, che producono aria fresca, prolificano come funghi, bubboni metallici che traboccano dagli intonaci consumati color ocra. Per difendersi dalla tenaglia della calura, che lo scorso anno ha infuocato per mesi, senza tregua, i vecchi cortili del quartiere, sono centinaia le scatole di latta di dimensioni e forme diverse, escrescenze metalliche, che aggiunte alle paraboliche deturpano edifici di grande pregio architettonico, piazze, panorami, fregi e decorazioni dell’edilizia “rustica” e vernacolare. …..

Quei “sovversivi” della Garbatella


Quei “sovversivi” della Garbatella

I comunisti irriducibili che operarono negli anni della clandestinità tra la borgata e le fabbriche dell’Ostiense

di Gianni Rivolta

Non hanno avuto targhe alla memoria, medaglie di riconoscimento e la storia delle loro vite si è persa negli anni. Eppure, durante la dittatura fascista, quando tutto sembrava immutabile, un drappello di uomini della Garbatella, come in altre borgate e rioni di Roma, non abbassò la testa al …..

“La città Garbata”: un video tutto miele Ma la nostra è anche storia di vita agra

Una produzione dall’Istituto Luce presentata al teatro Palladium

“La città Garbata”: un video tutto miele Ma la nostra è anche storia di vita agra

di Gianni Rivolta

Che scorpacciata di Garbatella in queste ultime settimane.
Giornali nazionali, tv, politica, cultura hanno scoperto il vecchio quartiere popolare. La bottiglieria dei Cesaroni, la fiction televisiva più seguita dagli italiani, campeggia in prima pagina sul quotidiano il “Giornale”, nella presentazione del nuovo governo la giovane ministra alle Politiche giovanili Giorgia Meloni vanta le sue origini “garbatellane”, l’Istituto Luce presenta al Palladium un mega-video sulla “Città Garbata”, poi messo in vendita nelle edicole del quartiere. Insomma che sta succedendo?  …..

libri – i ribelli di testaccio e ras tafari diredawa

LIBRI

C’è attesa per l’uscita del nuovo libro di Gianni Rivolta (il precedente, “Garbatella mia”, è quasi introvabile) dedicato all’antifascismo militante dagli anni prima della marcia su Roma fino alla Liberazione, al Testaccio, all’Ostiense e alla Garbatella. Il volume, circa 200 pagine e 100 illustrazioni, da noi preannunciato nel mese di luglio, è già nelle mani del tipografo. L’editore è l’Associazione Cara Garbatella, che ha già pubblicato l’anno scorso un “Quaderno della Resistenza Garbatella-Ostiense”. …..

Che “Swing”nella Città Giardino

Che “Swing”nella Città Giardino

Grande successo del Garbatella jazz festival sotto i pini della Villetta

di Gianni Rivolta

Sono venuti a centinaia, tanti giovani e tanti coi capelli brizzolati, per decretare il successo sopra ogni previsione della seconda edizione del Garbatella jazz festival, targato Cara Garbatella e Altre Vie. Nei tre giorni di kermesse musicale, infatti, a varcare il cancello della Villetta, la storica sede dei democratici di sinistra del rione popolare, sono arrivati non solo dai quartieri limitrofi, ma da tutta Roma. E ne valeva la pena. …..

Clementina fa discutere E’ lei la “Garbatella”?

Clementina fa discutere
E’ lei la “Garbatella”?

La controversa questione dell’origine del nome della Garbatella è stata affrontata, per l’ennesima volta, nel numero dello scorso dicembre. Se ne è occupato, in un interessante articolo, Gianni Rivolta, sulla base degli studi di due ricercatori della Terza Università, il prof. Carlo M.Travaglini e la dott. Rita D’Errico, pubblicati nel volume “Il quadrante Ostiense tra Otto e Novecento”, edito dall’ateneo.
Le ricerche da essi effettuate presso gli archivi della Basilica di San Paolo – per secoli parrocchia unica di tutto il vasto territorio che si estende dalle mura fino al comprensorio di Ostia – avrebbero confermato, almeno nella metà dell’Ottocento, la supposta esistenza nel circondario della basilica di una osteria gestita da una signora che, per la sua “generosità”, veniva soprannominata Garbatella.
Quell’osteria sarebbe divenuta un punto di riferimento in un suburbio spopolato (in quegli anni l’intera estesissima …..

Il “Manciola”, quel partigiano dell’Albergo Bianco

Il “Manciola”, quel partigiano dell’Albergo Bianco

Breve ricordo di Armando Bartolucci, antifascista della Garbatella

di Gianni Rivolta

Biondo con gli occhi azzurri, Armando Bartolucci lo conoscevano tutti alla Garbatella come il “Manciola”.
Era comunista come tanti altri proletari degli Alberghi suburbani, dove abitava. La sua attività di antifascista cominciò durante gli anni terribili della dittatura e dopo anni di clandestinità dopo l’8 settembre entrò nelle fila dei Gap della VII zona del Pci, insieme al suo amico Spartaco Proietti, a Libero Natalini e ai fratelli Lombardi.
Il “Manciola” era nato il 22 luglio del 1906 e abitava, come tanti proletari sradicati dai quartieri di origine, all’Albergo Bianco della Garbatella, il Lotto 41. Sposò Giovanna ed ebbe otto figli, cinque maschi e tre femmine. Veniva, come molte altre famiglie della Garbatella, da Viale Angelico e fu confinato all’Albergo, in dieci in una stanza: con lui, “attaccacalce” …..